E’ possibile convertire i lumens in watt?

Come posso convertire il flusso luminoso in lumen (lm) in potenza elettrica watt (W).

Dal momento che lumen e watt rappresentano entità differenti non è possibile convertire i lumen in watt ma è possibile calcolare i watt dai lumen e dalla efficacia luminosa.

Ecco la formula:

La Potenza in watt (W) è uguale al flusso luminoso in lumen ΦV (lm) diviso l’efficienza luminosa η in lumen per watt(lm/W):

P(W) = ΦV(lm)/ η(lm/W)

Così

watt = lumens / (lumens per watt)

oppure  

W = lm / (lm/W)

Esempio:

Qual è il consumo energetico di una lampada che ha un flusso luminoso di 1200 lumen ed efficienza luminosa di 20 lumen per watt?

P = 1200lm / 20lm/W = 60W

By. Giuseppe

Riqualificazione e risparmio di enti pubblici

Questo post è un esempio di quanto tutti i nostri enti pubblici potrebbero risparmiare,  se fossero un po’ lungimiranti e non si fermassero al mero costo delle lampade LED.

Questo non solo è un progetto a costo zero, si capirà starda facendo il perchè, ma riqualifica anche tutta l’illuminazione del comune.

E’ noto come il costo dell’energia per illuminazione pubblica pesi su una parte consistente dei bilanci comunali. In particolare per Salsomaggiore il costo e’ di 350.000€ /anno per i consumi elettrici e circa 45.000€ per la manutenzione dell’impianto.

Abbiamo effettuato uno studio raccogliendo i dati della rete di illuminazione pubblica e contattando varie ditte produttrici di lampioni LED per elaborare un piano di ammortamento in modo compatibile con le restrizioni imposte dal patto di stabilità.

Riqualificazione

Da questa ricerca è emerso che sono presenti circa 3500 lampade, di vario tipo: a mercurio, a Sodio ad alta pressione e a bassa pressione. Gran parte di questi elementi ( lampada + lampione) sono obsoleti, fuori norma o rientrano nella direttiva Europea per l’eliminazione dei dispositivi contenenti mercurio.

Considerazioni economiche e calcoli hanno permesso di identificare due piani di sostituzione con ammortamento a 3 o a 5 anni.

Brevemente dai calcoli fatti, quando tutte le lampade saranno sostituite il risparmio sarà di almeno 200.000€, che potranno essere investiti in altri progetti.

L’illuminazione a LED permetterà di avere una migliore qualità del servizio, eliminando l’inquinamento luminoso, l’abbagliamento e le zone oscure, ed abbattendo notevolmente il costo di manutenzione, considerando che le lampade LED hanno una durata minima di 50.000 ore contro le 5000 ore di quelle attualmente montate.

Abbiamo anche elaborato un progetto per l’illuminazione interna degli ambienti pubblici, quali scuole, uffici, palestre, biblioteca ecc.

Qui sono presenti circa 1000 lampade in gran parte ad incandescenza, con una spesa annua per l’energia elettrica di circa 27.000€.

Sostituendo anche qui tutte le lampade con quelle LED, a fronte di un costo una tantum di 15.000€, si avrebbe una spesa annua per energia di circa 12.000€, che permetterebbe un tempo di ammortamento di 7 mesi. Dopo quel periodo si risparmierebbero 15.000€ all’anno, anche questi da investire in nuovi progetti.

Ricordiamo che molti comuni, soprattutto quelli associati ai “comuni virtuosi”, hanno già messo in pratica tali operazioni sugli impianti di illuminazione pubblica, con risultati pari a quelli del nostro studio, dimostrandone quindi la fattibilità e la convenienza.

Fonte: http://goo.gl/f9VJb

By Giuseppe

LED che si accendono con la sabbia

Le lampadine a LED sono energeticamente efficienti, ma potrebbero esserlo ancora di più se emettessero luce senza connettersi affatto alla rete elettrica, no?


La designer di Booklyn Danielle Trofe ha deciso di provarci.


LED, Costo zero, sabbia, autoricarica, risparmio energetico

Trofe ha creato, in occasione del Wanted Design 2013, due concept entrambi a forma di clessidra che usano l’energia cinetica della sabbia che precipita per alimentare la lampadina. Uno dei due modelli è una sorta di torcia, mentre l’altro è più simile ad una clessidra tradizionale.


E’ un piccolo passo, ma almeno offrono luce a sufficienza per creare l’atmosfera in soggiorno.

Fonte:[Gizmodo USA]

By Giuseppe L.R.

Lampada LED di design.

Quando si arreda casa, ma spesso anche quando ha già una personalità mobiliare, si aggiungono degli elementi di luce per impreziosirla e caratterizzarla. È il caso delle lampade a led, sempre più apprezzate dai clienti e dalle aziende.

 Lampada LED, Design, risparmio energetico, riqualificazione illuminazione

Lo sapete che ne esistono tantissimi modelli e che questi possono arredare diversi ambienti di casa? Ci sono da parete, da terra, da tavolo e persino a sospensione, per accontentare tutte le esigenze e i gusti di ognuno. Scoprite con noi i modelli più belli e di design.

 

 

 


 

La luce può cambiare completamente il volto di una casa. Aggiungendo una lampada di design, poi, si arriva a creare un ambiente perfetto. Vogliamo parlarvi di lampade a led, dei vari modelli esistenti e dei luoghi di casa dove possono essere collocate. Iniziamo subito il nostro viaggio luminoso con i modelli da terra, come la lampada a led Katana, realizzata da I Tre.

 

Questo modello ha un braccio con struttura in fibra di carbonio verniciata, una lastra in vetro ed è perfetta per arredare un salotto moderno, magari un open space di un loft industriale. Minimal ma intrigante il modello Pole Light realizzato dall’azienda Estabilished&Sons, che ha una base in cemento e asta in acrilico trasparente.

 

Questo modello ha un tocco moderno e un design essenziale, da destinare possibilmente a una zona giorno o all’ufficio. A proposito di spazio lavorativo, se siete in cerca di una lampada a led per questo luogo vi consigliamo Verto di Belux, un modello disegnato da Naoto Fukasawa, perfetta per illuminare due postazioni. Quella di Artemide si chiama New Nature ed è caratterizzata da geometrie fluide. Dove metterla? Il soggiorno è sicuramente il suo habitat ideale ma la vediamo bene anche in camera da letto.

 

Se preferite che la vostra lampada a led sia piccolina, perfetta da mettere sul tavolo, vi consigliamo la My New Flame di Ingo Maurer, realizzata in metallo e dalla forma lineare ed essenziale. Incurvata ma minimal la lampada TaJ di Kartell, adatta per la zona giorno e per l’ufficio. Curl è una bellissima lampada a led curva, realizzata da Luceplan, ottima per arricchire qualsiasi ambiente di casa.

 

Ci sono poi anche moltissimi modelli a sospensione, come la lampada a led Miyako 55 realizzata da Danese, oppure la Plass di Foscarini, che riprende la grande tradizione artigianale del vetro soffiato, o ancora Heracleum di Moooi, che ricorda una deliziosa pianta giapponese. E poi esistono anche molti modelli da parete come la particolarissima lampada Brick 1396 di Martinelli Luce, una soluzione a soffitto a luce diretta multicolor. Davvero eccezionale e opulenta Pacis di Slamp, una lampada realizzata in Cristalflex e Steelflex disponibile in bianco o nel color oro.

 

Fonte: http://www.designmag.it/articolo/lampade-a-led-tanti-modelli-per-ogni-ambiente/19683/

 

A cura di Giuseppe

LED di nuova generazione – Cree. Fino a 10 mila lumen.

Cree estende la gamma XLamp CXA dei Led Array integrati con nuove soluzioni dalla potenza luminosa superiore: CXA2540 e CXA3050 Led. 

 

Realizzati per semplificarne l’utilizzo e abbattere i costi di sistema, i nuovi Led CXA garantiscono da 5 mila a 10 mila lumen, consentendo nuove applicazioni quali l’illuminazione stradale, lampade a incasso ad alto rendimento, illuminazione di area urbane e industriali (high bay). 

 

Cree, LED, Risparmio energetico, 10 lumen,

Il nuovo Led Cree CXA3050 è attualmente il dispositivo più luminoso della famiglia CXA e può essere utilizzato fino a un massimo di 100 watt per la sostituzione delle lampade a ioduri metallici, per illuminazione spot, o fino a 175 watt, per l’illuminazione di aree esterne (pulse-start metal halide). L’introduzione del LED CXA3050 consente ai produttori di illuminazione di espandere rapidamente la propria gamma di prodotti con soluzioni dai lumens superiori. 

Il nuovo Led CX2540 offre fino al 20% di efficacia in più a 5 mila lumen e 3 mila K rispetto ai dispositivi della stessa categoria. Inoltre, i Led CXA2540 sono dotati dello stesso package degli attuali Led CXA2520 e CXA2530, garantendo l’utilizzo degli stessi connettori e soluzioni ottiche disponibili oggi. 

“Siamo molto soddisfatti della facilità d’uso e delle alte prestazioni della famiglia CXA e siamo alla ricerca di versioni dal lumen superiore per approcciare il mercato dell’illuminazione industriale (high bay)” ha detto Jong Hyun Woo, Capo Progetto Ilsung Ltd. “Il Led CXA3050 Array ci garantisce le prestazioni di cui abbiamo bisogno e, al contempo, l’alta affidabilità che contraddistingue Cree”. 

I Led Array CXA2540 e 3050 utilizzano la stessa tecnologia collaudata per i Led CXA1507 (6 mila ore LM-80, TM-21 con più di 130 mila ore alla corrente nominale e più di 85 mila ore alla corrente massima). Questo lungo periodo di durata calcolata, supera molti altri Led Array e altri Led in plastica utilizzati oggi. 

“Cree è l’unico produttore a Led in grado di fornire prestazioni e affidabilità leader del settore in tutti i tipi di soluzioni a Led” ha commentato Paul Thieken, Direttore Marketing, Componenti Led di Cree. “La famiglia CXA Array integrata permette ai produttori di illuminazione il facile utilizzo di un’unica soluzione a Led senza compromettere la resa luminosa, l’efficacia e l’affidabilità a lungo termine”. 

Per aiutare i produttori di illuminazione a progettare con i nuovi Led CXA Array integrati, Cree ha presentato anche tre progetti di riferimento basati su Led CXA: la lampada PAR30, le soluzioni ad incasso da sei pollici e quelle da binario per applicazioni retail. Inoltre, i nuovi Led CXA sono disponibili con temperature di colore EasyWhite, fornendo migliore consistenza di colore del settore Led (per l’utilizzo di un solo chip led). 

 

Fonte: http://www.elettricoplus.it/temi/Tecnologia_Elettrica/news/Illuminazione_I_nuovi_led_integrati_Cree__29042013.aspx

 

By: Giuseppe